Cilento

Alla scoperta del Cilento: uno dei paradisi del Sud Italia

Il Cilento è una terra variegata, ricca di tradizioni, di paesaggi stupendi e di piccoli paesini nascosti. Nonostante non sia molto conosciuta, occupa buona parte della Campania meridionale, un’area caratterizzata da un’ampia costa sabbiosa, da roseti e uliveti tra le cui fronde è possibile scorgere resti archeologici, vestigia del suo illustre passato.

Solcando Valli e Fiumi

La costa cilentana ha affascinato l’uomo sin dalle origini: si narra che Ulisse abbia solcato i suoi mari per poter tornare ad Itaca. Percorrendo la strada litoranea è possibile comprendere per quale motivo i greci e, in seguito, i romani scelsero di stanziarsi lungo queste coste.

La costa cilentana
La costa cilentana

Questa terra, ancora in parte composta da piccoli paesini abitati da poche famiglie, comprende zone profondamente diverse e con particolarità proprie.

L’interno è caratterizzato da ampi boschi, in gran parte protetti dal Parco Nazionale del Cilento, e da fiumi impetuosi che scavano profonde vallate. Uno tra i più belli è senza dubbio l’Alento, che si può ammirare in tutto il suo splendore in corrispondenza della diga dove, osservando lo specchio d’acqua si possono scorgere diverse specie di uccelli multicolore.

Parco Nazionale del Cilento
Parco Nazionale del Cilento

Un sito spettacolare è quello delle Grotte di Pertosa, l’unico luogo in Europa dove si ha la possibilità di navigare su un fiume sotterraneo. È possibile, mentre ci si addentra nel cuore della montagna, ammirare le magnifiche forme create dalle stalattiti e stalagmiti, che adornano ogni angolo.

Il Cilento è anche la terra dalle lunghe spiagge sabbiose, che si estendono a perdita d’occhio. Tra le più belle vi è quella di Castellabate, scenario di numerosi film, caratterizzata da sabbia bianca e da un mare cristallino.

Spiaggia di Castellabate
Spiaggia di Castellabate

Un paesaggio mozzafiato è quello di Punta Licosa, chiamata così perché secondo la leggenda qui si sarebbe gettata in mare la sirena Leucosia, suicidandosi per amore sullo scoglio che caratterizza il paesaggio. Accanto allo sperone roccioso, nei giorni in cui il mare è particolarmente calmo, è possibile scorgere i resti di una villa romana ormai sommersa.

Storia, archeologia e paesi fantasma

Quando si pensa al Cilento salta immediatamente alla mente la città di Paestum con il suo spettacolare parco archeologico. I templi paestani, insieme ai corredi tombali conservati all’interno del museo, costituiscono uno dei patrimoni culturali più preziosi della Magna Grecia.

Non molti conoscono, invece, ciò che si trova alle spalle del centro greco: l’insediamento di Capaccio Vecchia. Questa zona fu abitata durante il tardo-antico, quando la popolazione preferì spostarsi verso le alture.

Zona archeologica di Paestum
Zona archeologica di Paestum

È possibile ammirare in questo luogo il santuario dedicato alla Madonna del Granato, trasposizione cristiana della dea Era dei greci, che aveva come simbolo un melograno, ed il famoso castello che partecipò alla Congiura dei Baroni, evento storico drammatico svoltosi durante il Basso-medioevo.

Il Cilento è anche il territorio dei paesi fantasma, luoghi abbandonati per motivi geologici e diventati delle vere e proprie attrazioni per i turisti. Il più famoso è probabilmente San Severino di Centola, un borgo posto su una altura che domina la vallata del fiume Mingardo.

Fondato nel XIII secolo era un piccolo centro fondato dalla famiglia normanna dei Sanseverino. Il luogo fu abbandonato nel 1977: passeggiando lungo le strette stradine sembrerà di essere stati catapultati indietro nel tempo e di scorgere gli antichi abitanti del luogo camminare lungo le rovine.

Nel Cilento interno si trova la città di Padula, famosa per la sua Certosa, una delle più grandi al mondo. Costruita nel Medioevo fu dedicata a San Lorenzo: attraverso le sale, il refettorio e gli imponenti gradoni in marmo si può ammirare nella sua interezza un luogo ricco di dettagli e di sfarzose decorazioni. La visita termina nell’immenso cortile, dove si trova il cimitero dei monaci e le celle, strette e lunghe, spesso utilizzate per esposizioni d’arte contemporanea.

La Certosa di Padula
La Certosa di Padula

La stagione estiva è senza dubbio il periodo migliore per organizzare una vacanza in Cilento. Scopri la nostra selezione di offerte Hotel e Villaggi per un soggiorno indimenticabile in coppia o in famiglia!