Toscana da scoprire: cosa vedere a Siena

La Toscana è ritenuta fondamentalmente da tutti come la regione del rinascimento italiano. Ricolma d’arte e di tradizione, la regione viene visitata da milioni di turisti anno dopo anno.

Tra le città più famose è necessario menzionare Firenze, Pisa, Livorno e Siena. In particolare quest’ultima, al contrario di quello che forse molti possono pensare, possiede attrazioni e punti d’interesse singolari e notevoli. Per questo motivo quindi, occorre scoprire quali sono le cose da vedere nella città di Siena!

Siena: le migliori cose da vedere

Senza ombra di dubbio, appena si sente parlare di Siena, il primo pensiero che viene in mente è quello del famoso Palio che si disputa due volte ogni anno. Proprio per questo motivo, la prima attrazione da visitare è la nota Piazza del Campo.

Vista di Piazza del Campo.

La Piazza è considerata una delle più belle del mondo, per via della sua particolare forma a conchiglia che la rende unica nel suo genere. Adiacente a Piazza del Campo poi, è possibile visitare il Palazzo Pubblico di Siena, una delle opere architettoniche più antiche della città. In passato, precisamente nel 1300, il Palazzo Pubblico veniva usato come alloggio da parte dei governanti di Siena ed ancora oggi conserva i fasti di quel tempo.

Inoltre, al suo interno è presente il Museo Civico di Siena, anch’esso una tappa da non perdere per tutti i turisti che visitano la bella città toscana. Il Museo Civico è pieno di cimeli ed opere che ricostruiscono la storia italiana rinascimentale ed al suo interno è presente una delle allegorie più famose: L’allegoria del cattivo e del buon governo dipinta sulle pareti dal maestro Ambrogio Lorenzetti. Ancora, all’interno del museo è possibile ammirare da vicino l’opera “La Maestà” dell’artista Simone Martini; il dipinto simboleggia un elemento tipico dei senesi, la devozione e la religiosità che i senesi nutrono nei confronti della vergine Maria.

L’imponente Duomo di Siena.

Infine, un altro monumento da non perdere è il favoloso Duomo di Siena. Il Duomo è dominato da tonalità bianche e nere che si fondono tra loro e danno vita ad un contrasto ammirevole, in grado di lasciare a bocca aperta anche il più critico degli spettatori.

Siena: dove storia e tradizione si fondono insieme

Le attrazioni della città senese non si fermano solo a quelle citate. Una meta turistica da non perdere assolutamente per tutti coloro che amano la storia dell’arte è il Museo Dell’opera del Duomo di Siena. Questo Museo conserva alcune stupende opere d’arte come ad esempio il famoso “Tondo di Donatello“, raffigurante la Madonna con il bambin Gesù oppure la “Madonna in trono con Bambino“, opera di uno degli scultori senesi più apprezzati di sempre, il maestro Jacopo Della Quercia.

Interno del Museo dell’Opera del Duomo di Siena.

Per coloro che invece vogliono visitare un luogo spirituale ed accrescere la loro fede, c’è il Battistero di Siena, considerato il luogo più sacro dell’intera città. All’interno del Battistero è presente la Cattedrale che possiede eleganti affreschi sulle proprie navate; quest’ultime infatti, esaltano la solennità e la sacralità del luogo. In ultima analisi Siena è una città elegante e artistica, una meta da non perdere se si ama l’arte e la tradizione rinascimentale.