Itinerario delle Torri Costiere nel Salento

La Puglia è ormai da anni meta di vacanze non solo per i turisti italiani ma anche per quelli stranieri. Una parte importante del territorio pugliese è quella del Salento, e in questa zona c’è un tour particolare che merita di essere percorso, quello delle torri costiere, che raccontano secoli di storia della regione.

Le sentinelle del Salento

Le torri costiere del Salento nella zona che da San Cataldo va fino a Santa Maria di Leuca, hanno costituito una linea di difesa della zona che nel corso dei secoli è stata oggetto di attacchi da parte dei pirati che infestavano il Mediterraneo. Alcune sono famose, altre sconosciute, si trovano sia in posti solitari che in alcuni centri urbani.

La Torre San Foca
La Torre San Foca

Una visita alle torri costiere può essere fatta nel corso di un weekend iniziando dalla Torre di Specchia Ruggeri che fu eretta a metà del XVI secolo ed è caratterizzata da una base quadrata e emana una grande austerità di linee, posta proprio di fronte ad acque cristalline. Proseguendo si arriva alla Torre di San Foca, che si trova nella località omonima, imponente e caratterizzata da numerose caditoie, ben visibili per l’opera di restauro alla quale è stata sottoposta.

La Torre di Roca Vecchia, oggi un rudere, si trova vicino ai ruderi di una fortezza, ed è caratterizzata da un impianto a piramide. La Torre dell’Orte si trova nelle vicinanze di Otranto così come la Torre del Serpe. La prima ha una forma a piramide tronca, mentre la seconda una forma cilindrica.

Continuando sulla strada litoranea si trova la Torre di Sant’Emiliano, di forma tronco conica, raggiungibile con una passeggiata dopo aver oltrepassato la Masseria Cippano, risalente al Cinquecento, fortificata e caratterizzata da un ponte levatoio.

Un percorso suggestivo per chi sceglie il Salento, optando per una delle tante offerte per vacanze a Otranto.

Le torri da Porto Badisco a Santa Maria di Leuca

Il percorso alla scoperta delle torri del Salento continua con la Torre Minervino, che serviva come difesa di Porto Badisco insieme a Torre Specchia di Guardia, mentre la Torre di Santa Cesarea serviva da difesa della località omonima insieme ad un’altra torre molto imponente, con la sua struttura tronco-conica, Torre Miggiano, nella quale si notano numerose caditoie e aperture per i cannoni.

La Torre Minervino
La Torre Minervino

Nella zona di Castro, cittadina che dispone di una fortezza imponente e di una cinta muraria di messapica memoria, la costa presenta numerose torri, alcune delle quali ancora ben conservate, mentre in altri casi sono visibili solo dei ruderi. Nelle zone limitrofe è possibile ammirare Torre del Lupo, Torre Palane e Torre Sasso. La loro caratteristica comune è la base a forma quadrata e la presenza di caditoie e cannoniere.

Presso Santa Maria di Leuca si trova la Torre degli Uomini Morti, eretta nel corso del 1500, di forma imponente con la sua base tronco-conica contraddistinta dalle cannoniere e con un corpo superiore dove si trovavano i pezzi di artiglieria.