Basilicata tra storia e turismo: scopriamo Metaponto

Situato sulla costa ionica della Basilicata, Metaponto, il cui nome significa “tra due fiumi” è una delle mete turistiche più ambite della regione per il suo mare, la natura che lo circonda e le bellezze archeologiche della Magna Grecia.

Metaponto segna un tratto di discontinuità con il paesaggio brullo e le strade tortuose della regione, mostrando invece vaste aree dove domina la macchia mediterranea e grandi pinete che arrivano fin quasi sulle spiagge color oro e si specchiano nelle acque dello Ionio. Qui storia e turismo si mischiano tra loro mostrando il lato migliore.

Metaponto e l’archeologia

Il glorioso passato della zona, quando in questa zona si trovava una città fondata dai coloni greci, ha lasciato le sue tracce sia nella zona archeologica che di riflesso nel museo. A Metaponto Pitagora fondò la sua scuola e qui morì nel 495 a.C. Il Tempio di Hera con le imponenti Tavole Palatine, le 12 colonne che formavano il tempio, in stile dorico, rappresenta il simbolo di Metaponto, che della Magna Grecia era la capitale.

Tavole Palatine del Santuario di Hera a Metaponto

Nel museo archeologico sono esposti molti reperti, che vanno dal periodo della preistoria fino al periodo “tardo antico”. Oltre al parco archeologico i turisti sono attratti dalla necropoli di Crucinia, dai templi dedicati a Demetra, Apollo Licio e Afrodite, dal castro romano, dal teatro, dall’antiquarium e dall’agorà cittadina, luoghi che sono ancora oggi permeati del fascino della storia antica.

Metaponto e la Piana Metapontina

Nella piana che prende il nome da Metaponto, e nella quale scorrono il Bradano e il Basento, sono presenti numerosi frutteti e estensioni di ortaggi che ne fanno una delle aree migliori della regione per quanto riguarda i prodotti agricoli. Dalle pesche alle fragole, dalle albicocche ai mandarini, in ogni stagione i frutteti sembrano dominare senza problemi la natura del luogo e mostrano un paesaggio caratteristico.

Per quanto riguarda la produzione di ortaggi, la piana di Metaponto è ricca di melanzane, peperoni, finocchi, insalate e cavolfiori, oltre che di uva da tavola e da vino che poi si trasforma ad esempio nei rinomati Moscato e Bianco Malvasia. Tutti questi prodotti rappresentano un valore aggiunto per il territorio in quanto vengono anche esportati.

Metaponto, i parchi e la natura circostante

Una vacanza a Metaponto offre al turista diverse possibilità di scelta che vanno dal mare alla natura. Un luogo assolutamente da visitare è la Riserva Naturale che con i suoi 240 ettari di estensione lungo la costa presenta varie specie arboree come gli eucaliptus, il pino di Aleppo, il cipresso e il pino domestico, oltre che animali di molte specie, sia mammiferi che uccelli.

I più fortunati potranno avvistare anche esemplari della Caretta caretta, una tartaruga marina. Nella riserva si può passeggiare o fare gite in bicicletta, in entrambi i casi immersi in una natura resa inconfondibile non solo dalle sue bellezze ma anche dai suoi profumi. Merita una sosta anche il Bosco Pantano di Policoro, situato nelle vicinanze della foce del fiume Sinni, caratterizzato dalla presenza di dune, e che rappresenta il residuo di foreste imponenti e antiche. Anche in questo caso si può effettuare la visita sia a piedi che in bicicletta percorrendo sentieri ben segnalati. Un luogo adatto sia per gli amanti della natura che per le famiglie con bambini piccoli.

Le località balneari

Il tratto di costa ionica che va da Metaponto a Nova Siri è caratterizzato dal colore dorato delle spiagge che fa da cornice al mare cristallino. In questa zona la costa è pianeggiante e le spiagge hanno alle loro spalle un’ampia fascia di colore verde, la caratteristica macchia mediterranea.

Questo tratto di costa dispone di molti stabilimenti balneari sia tra le foci dei fiumi Bradano e Basento che a Marina di Pisticci, dove le spiagge sono più incontaminate rispetto alle prime.

Per le proprie vacanze si può scegliere uno dei tanti villaggi turistici a Marina di Pisticci, dove rilassarsi e divertirsi e visitare le attrazioni del luogo.

Infatti, sempre nel comune di Pisticci si può visitare il Porto degli Argonauti, che è anche un punto di partenza rinomato per gite in barca. Un altro porto turistico molto importante è quello di Marina di Policoro.

Per chi ama praticare sport le scelte non mancano dalla vela al nuoto, dal windsurf alla canoa, dalla pesca sportiva allo sci nautico, ma anche il golf, con percorsi che sono immersi in una affascinante cornice naturale fatta di vegetazione mediterranea, vigneti e agrumeti.