Gargano

Sul Gargano, tra spiagge, calette e natura selvaggia

La bellezza del paesaggio pugliese arriva fino al nord della regione. Sul Gargaro ci sono tantissime spiagge e calette che meritano un posto nella lista dei luoghi più belli da vedere almeno una volta, in cui fare il bagno e ammirare la natura selvaggia e incontaminata del luogo.

La Baia dei Mergoli a Mattinata, conosciuta anche come Baia delle Zagare è uno dei siti balneari più apprezzati del territorio. Il nome della baia deriva dalla presenza di una colona di merli e passeri, o nel caso facciamo riferimento al luogo come Baia delle Zagare, ai fiori degli aranceti della zona. La baia è composta di tre spiagge. Le più lunghe sono quella a Nord di circa 260 mentre e quella a Sud di circa 450 metri. La terza spiaggia è lunga 60 metri ed è raggiungibile solo via mare. Arrivati sul luogo, colpisce il netto contrasto tra il mare azzurro e la falesia di calcare bianchissimo. Ad incorniciare la Baia ci sono due faraglioni chiamati Arco di Diomede e Le Forbici.

Baia delle Zagare
Baia delle Zagare

Se cercate un luogo facilmente accessibile dalla strada litoranea di Vieste, la spiaggia dei Colombi è ciò che fa per voi. Racchiuso tra rocce e pini, questa spiaggia prende il nome dalla Grotta dei Colombi. È un luogo adatto alle famiglie con bambini. La sabbia è morbidissima e le acque turchesi scendono dolcemente in profondità. La grotta offre riparo e rende l’ambiente suggestivo.

Restando nei dintorni di Vieste, la spiaggia di Cala della Sanguinara è un vero gioiello della costa pugliese sul Gargano. La spiaggia di origine carsica incastonata tra i pini e il mare è raggiungibile tramite un sentiero sterrato oppure via mare. Questa Cala è sicuramente l’ideale per gli amanti del relax. Da non perdere le grotte marine vicine, la più importante è la Grotta dei Pomodori.

Spiaggia con Rocce bianche nei pressi di Vieste
Spiaggia con Rocce bianche nei pressi di Vieste

La spiaggia di Zaiana a Peschici, conosciuta con il nome di spiaggia dei Giovani, è un punto di ritrovo per gli amanti del relax e della privacy, grazie alle punte rocciose che circondano il paesaggio creando dei trampolini naturali e degli anfratti nascosti. Negli anni ’70 e ’80 questo luogo era frequentato dai naturisti. La spiaggia di sabbia fine è riparata dei venti del Sud ed il pomeriggio è all’ombra.

Spiaggia di Peschici
Spiaggia di Peschici

Una tipica spiaggia dai sapori mediterranei è quella di Porto Greco a Vieste. La baia veniva utilizzata in passato dai marinai per ripararsi dai venti provenienti da sud e nord. Probabilmente il nome “greco” deriva dal vento grecale, che tocca la baia. La spiaggia si raggiunge dopo circa 400 metri di sentiero sterrato che parte dalla strada litoranea. Da qui si può ammirare l’Architiello di Porto Greco e visitare la stupenda Grotte dei Marmi e delle Viole.

Piccola chicca di Peschici e la spiaggia della Cala. Questo luogo una volta era il posto in cui gli abitanti della città facevano il bagno. Oggi purtroppo il sentiero per raggiungerla è stato cancellato, rendendo così questo luogo incontaminato purtroppo irraggiungibile a piedi. Infatti è accessibile solo via mare. Una volta arrivati però, il paesaggio della suggestiva caletta di ciottoli è unico.