Premio 5 vele

Le 5 vele, premio al mare più bello: la lista delle spiagge vincitrici – Seconda Parte

Come abbiamo visto nella prima parte dell’articolo “le 5 vele, premio al mare più bello”, l’Italia resta un paese con bellissime spiagge anche nel 2017. La classifica stilata in collaborazione da Legambiente e dal TCI vede inseriti 100 comprensori, 21 dei quali hanno ottenuto il massimo, cioè il riconoscimento delle 5 vele.

La Toscana sale al secondo posto con la costa della Maremma

Dopo le coste sarde del comprensorio di Chia, al secondo posto, si classifica la Toscana, altra regione che possiede molti litorali di grande fascino.
La costa della Maremma, con il tratto che si trova interamente nella provincia di Grosseto e mette insieme Marina di Grosseto, Scarlino, Follonica e Castiglione della Pescaia, ha scalato molti posti in classifica rispetto all’anno precedente.

Per il comune di Castiglione della Pescaia la presenza nella classifica delle spiagge più belle non è certamente una novità, ma l’allargamento a tutto il comprensorio, con l’inserimento di Marina di Grosseto, di Follonica e di Scarlino, è rilevante, e tanto di più se si fa un paragone con gli anni 80, quando la località di Scarlino era nota soprattutto per i fanghi rossi, quando scaricare sostanze tossiche in mare ogni giorno sembrava quasi la normalità.

Spiaggia di Scarlino in Toscana
Spiaggia di Scarlino in Toscana

Oggi questa zona è nota invece come santuario dei cetacei, e la capacità di accogliere il turista ha sostituito le fabbriche che inquinano. In Toscana 5 vele sono state assegnate anche al comprensorio dell’Argentario, di Magliano in Toscana e dell’Isola del Giglio, una tra le più belle dell’intero arcipelago.

Isola del Giglio Toscana
Isola del Giglio Toscana

In questo comprensorio oltre alla bellezza delle spiagge anche fondali che ben si prestano per fare snorkeling, specialmente al Giglio, dove si trovano anche luoghi di interesse storico, come pure a Magliano in Toscana.

Il resto d’Italia, tra comprensori marini e lacustri

Tra i 21 comprensori con 5 vele 15 sono quelli “marini“, e 6 quelli “lacustri“; tra questi si segnala, in Trentino Alto Adige il comprensorio di Molveno, dove nel corso degli ultimi 10 anni il “target” del turista medio si è radicalmente rivoluzionato.

Molveno in Trentino Alto Adige
Molveno in Trentino Alto Adige

I 400 chilometri di percorsi destinati alle mountain bike che sono stati resi disponibili nella zona delle Dolomiti del Brenta, sono letteralmente presi d’assalto.
Per chi non vuole salire sui sentieri a colpi di pedale c’è l’alternativa della seggiovia, con la quale si arriva in quota per poi scendere con la propria bici su percorsi di diverse difficoltà che, come le piste da sci in inverno, sono contrassegnati con vari colori secondo la difficoltà.

Puglia e Salento

Nella lista dei comprensori premiati con le 5 vele si trova il Salento con Otranto e Melendugno, due comuni in provincia di Lecce e, sempre in Puglia altri comprensori come quello denominato “Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari“, nel quale sono compresi comuni delle provincie di Bari e Brindisi, come Fasano, Ostuni, Polignano a Mare, Carovigno e Monopoli.

Torre Sant'Andrea nel Salento
Torre Sant’Andrea nel Salento

Campania, Liguria e Sicilia

Qui grazie all’azione delle amministrazioni comunali sono stati eliminati sia i parcheggi che i chioschi abusivi rendendo maggiore l’attrazione per i turisti. In Campania spicca il Sud Cilento, con i comuni di PioppiPollica e Acciaroli.

Acciaroli in Campania
Acciaroli in Campania

Nell’arcipelago delle Eolie, ecco Salina, in Liguria il comprensorio delle Cinque Terre, e nella Sicilia Orientale, San Vito Lo Capo, Erice e Custonaci.

Una menzione particolare deve essere riservata a Ustica, che approda per la prima volta in questa classifica, che a distanza di anni, dopo che nel 1986 era stata la prima “area marina protetta” del nostro paese, ha saputo proporre una serie di innovazioni nel campo dell’ambiente che vanno da un desalinizzatore che sfrutta il principio dell’osmosi inversa, alla raccolta differenziata dei rifiuti.