La Toscana e i suoi Borghi: ti sveliamo i 5 più belli

La Toscana è certamente la regione italiana con il maggior numero di “borghi“, autentiche cittadine medievali murate che ancora oggi sono meta turistica d’eccezione per le loro indiscutibili bellezze.

Si trovano praticamente in tutte le provincie, e sono decine, ma vi parleremo di cinque di essi, forse i più interessanti.

Pienza

La Piazza nel centro storico di Pienza, dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità

Situata in Val d’Orcia, a circa 20 chilometri da Montalcino, Pienza è conosciuta anche come la città ideale. Un borgo voluto da Enea Silvio Piccolomini, papa Pio II da cui il nome del borgo, e costruito in soli 3 anni, con i suoi palazzi di grande pregio, eretti utilizzando pietra di travertino. Piazza Pio II, la piazza centrale del borgo, oltre ad essere circondata da una serie di costruzioni che donano una meravigliosa armonia, vede anche la presenza di un bellissimo pozzo, noto come pozzo dei cani.

La Cattedrale dell’Assunta è completata dal bellissimo campanile di forma ottagonale, ed al suo interno si possono ammirare dipinti di grandi artisti.

Alla sua destra Palazzo Piccolomini con la sua loggia, posto unico per ammirare il panorama della sottostante Val d’Orcia. Dalla piazza ai vicoli, camminando per Pienza si respira l’aria del Rinascimento.

Montalcino

Vista della città di Montalcino dalla fortezza in Val d’Orcia

Montalcino è un borgo caratterizzato da vie ripide e strette, da un castello fortezza eretto nel 1300 e da un assetto urbano militare. La fortificazione di Montalcino risale proprio a quegli anni, quando si doveva far fronte agli attacchi provenienti dalle pianure circostanti.

Altra attrazione di Montalcino è il Palazzo dei Priori, in cui ha sede il Comune, con la sua torre stretta e lunga e la sua loggia gotica. Nel Museo Civico Diocesano, invece, sono conservati molti dipinti e sculture in legno, appartenenti alla scuola senese.

Tra le varie chiese del borgo da citare quella della Madonna del Soccorso, quella di Sant’Agostino, risalente al Trecento e quella di Sant’Egido. Tutto intorno vigneti ed uliveti tra i più belli e curati della Toscana e nel borgo enoteche e negozi dove poter acquistare il famoso Brunello ed altri prodotti gastronomici locali, oltre che di artigianato, tutti caratterizzati da grande qualità.

San Gimignano

Veduta della città di San Gimignano al tramonto

Il borgo delle torri, nel medioevo se ne contavano 72, ognuna innalzata da una famiglia benestante, raggiunse il suo massimo splendore nel “Trecento”, ed ancora oggi la sua struttura è molto simile a quella dell’epoca, fatte salve le torri, con solo 13 che si sono conservate sino al giorno d’oggi.

La vista di San Gimignano, arroccata su un colle è imponente già mentre si arriva nelle sue vicinanze. La decadenza, che è seguita al periodo di splendore ha contribuito a mantenere l’aspetto della cittadina, impedendo dei cambiamenti radicali.

Per questo San Gimignano mette in mostra monumenti come il Duomo, suddiviso in trenavate e con capolavori assoluti come il Martirio di San Sebastiano dipinto da Benozzo Gozzoli, e il Giudizio Universale di Taddeo Di Bartolo, ed il crocifisso in legno che risale al 1200. Di fronte a questo simbolo religioso, quello del potere civico, il Palazzo del Popolo che ospita il Museo Civico. Tra le torri esistenti spiccano la Torre Rognosa, la Torre Chigi e la Torre degli Ardinghelli.

Anghiari

Il pittoresco viale con scala nell’antico borgo medievale di Anghiari

Anghiari, in provincia di Arezzo, situato nella Valtiberina, è comunemente ricordato per la famosa battaglia che vi si svolse nel 1440, tra l’esercito di Firenze e quello del ducato di Milano. La battaglia è ricordata da un dipinto di Leonardo Da Vinci, che successivamente fu restaurato dal Vasari.

Anghiari è anche un borgo con diversi meriti dal punto di vista artistico, rappresentati ad esempio dal Castello dei Sorci, struttura che risale al VII° secolo, dal Palazzo Pretorio, nel quale ha sede il comune, e da Palazzo Marzocco al cui interno si trova anche il museo dedicato alla battaglia.

Oltre agli edifici civili Anghiari è celebre per quelli religiosi come la Badia di San Bartolomeo, eretta dai monaci camaldolesi, la Chiesa della Croce e la Cappella della Misericordia costruita nel 1400. In tutti questi luoghi si trovano splendide opere d’arte.

Pitigliano

Panorama di Pitigliano, uno dei borghi più belli d’Italia

Pitigliano mette insieme arte e enogastronomia. Il borgo del tufo con le sue cantine scavate sottoterra, è una meta di tutti gli appassionati del vino, ma offre anche la possibilità di visitare il Duomo, Palazzo Orsini che fu la dimora della famiglia romana potentissima nel Trecento, e la Sinagoga.

Pitigliano infatti è conosciuta come la Piccola Gerusalemme per la presenza di una comunità giudaica nel borgo fin dal XV secolo. Oltre alla sinagoga è presente anche il cimitero ebraico e si trova anche il forno nel quale viene ancora oggi cotto il pane “azzimo”. Pitigliano ha una urbanistica di tipo medievale e presenta anche testimonianze più antiche, che risalgono all’epoca della preistoria.

La Toscana ha tanto da offrire: consulta le nostre offerte vacanza toscana per risparmiare sul tuo prossimo viaggio!