Ischia

Ischia: un viaggio tra spiagge e relax

Ischia, la più grande e la più famosa dell’arcipelago delle isole Flegree, è una meta turistica molto apprezzata sia per il mare che per le terme.

Mediante i traghetti in partenza da Napoli e Pozzuoli, i visitatori approdano sia ad Ischia Porto che a Casamicciola per godersi un periodo di vacanza all’insegna del bello e del divertimento sui 47 chilometri quadrati di superfice dell’isola.

Ischia è sicuramente una delle località dove trascorrere le proprie vacanze in Campania.

Scopriamo di più su questa meravigliosa perla italiana.

L’isola d’Ischia e il patrimonio idro-termale

L’origine vulcanica dell’isola ha dato origine ad un patrimonio idro-termale molto ricco, con parchi termali e strutture alberghiere dove si possono effettuare bagni termali.

Giardini Poseidon Terme
Il Parco termale “Giardini Poseidon Terme”

Tra i primi si segnalano i Giardini Poseidon a Forio, con le sue 22 piscine tra scoperte e coperte che con le varie grandezza, forma e temperatura dell’acqua, sono adatte a tutti, il parco di Aphrodite-Apollon, il parco Negombo che si trova nella suggestiva baia di San Montano a Lacco Ameno, il Parco Termale Tropical, a Sant’Angelo e il parco Castiglione, a Casamicciola. In tutti questi parchi il wellness si abbina al divertimento, e alla possibilità di usufruire di spiagge attrezzate e ristoranti.

Cosa vedere a Ischia

Ischia è la cittadina più grande ed importante dell’isola omonima e si trova sulla costa nord-orientale, nel tratto compreso tra il Castello Aragonese e le colline di S. Alessandro. L’intenso movimento turistico che si sussegue in tutti i periodi dell’anno, con il maggiore afflusso nel periodo estivo, è reso possibile dal grande numero e dalla grande varietà di strutture ricettive che vanno dai semplici Bed&Breakfast agli alberghi di lusso.

A Ischia i turisti trovano anche tracce storiche e monumenti importanti uno dei quali è la chiesetta di Santa Maria delle Grazie, che risale al XVII secolo, con la sua caratteristica facciata caratterizzata dalla presenza di maioliche gialle e verdi.

Nella zona di Ischia Ponte, conosciuta anche come “Borgo di Celsa” per la presenza di numerose piante di gelso, si trovano invece il Vescovado, struttura che ospita la sede della diocesi risalente a metà del XVIII secolo, la Cattedrale dell’Assunta, dove si possono ammirare meravigliosi affreschi dipinti da artisti della scuola di Giotto ed un fonte battesimale noto per il battesimo del patrono dell’isola San Giovanni Giuseppe della Croce avvenuto nel 1654. Da citare anche il Palazzo dell’Orologio, nel quale si trova un museo molto interessante, il Muso del mare, che permette di apprendere i segreti della vita marina e dei fondali.

Il Castello Aragonese

Il Castello Aragonese è sicuramente l’attrazione più famosa della città, un vero e proprio “fiore all’occhiello”.

Castello Aragonese Ischia
Il Castello Aragonese è il monumento più importante di Ischia

Ogni anno migliaia di turisti visitano questo luogo pervaso dalla storia e che ospita nel corso della stagione estiva diversi eventi culturali, compresa la kermesse “Ischia Film Festival” e il Premio Nazionale di giornalismo che si svolgono sul piazzale aragonese.

Il castello si trova su un isolotto e per raggiungerlo si deve percorrere un pontile in pietra della lunghezza di 228 metri. In passato è stato anche un riparo per la popolazione al tempo delle scorrerie dei pirati.

Cosa vedere a Forio d’Ischia

Anche Forio d’Ischia è un comune che mette insieme la bellezza dei paesaggi e l’accoglienza turistica di primo livello ai monumenti ed alle attrazioni cittadine. Per chi è particolarmente interessato ai paesaggi ed alla natura c’è la possibilità di effettuare una escursione sul Monte Epomeo ed ammirare lo splendido panorama sottostante.

Monte Epomeo Ischia
Splendida veduta del Monte Epomeo

Passeggiando per Forio d’Ischia una tappa da non perdere è quella della Chiesa del Soccorso, che in passato è stata anche un soggetto per una serie di francobolli. La chiesa è consacrata a Santa Maria della Neve ed è situata proprio a picco sul mar Tirreno. Costruita nel 1350, fu sede di un convento agostiniano, poi soppresso, possiede un ampio sagrato molto caratteristico con maioliche ed all’interno conserva preziosi dipinti del 700. Altre chiese da visitare a Forio d’Ischia sono la Chiesa di San Gaetano, la Chiesa di San Francesco d’Assisi, la Basilica di san Vito, la Chiesa di San Carlo Borromeo e quella di Santa Maria al Monte, ognuna delle quali racchiude all’interno opere pregevoli.

L’enogastronomia dell’isola

In un soggiorno all’Isola d’Ischia non possono mancare le visite alle trattorie tipiche e ristoranti, per assaggiare la cucina ischitana, basata naturalmente sui piatti di pesce. Dai classici spaghetti alle vongole, ma anche al pomodoro, al gran fritto ischitano, alle cozze, preparate in vari modi, ai polpi affogati, alle seppie in umido. Il tutto innaffiato dai vini provenienti dalle colline dell’isola dove si trovano vigneti con vitigni autoctoni antichi che producono il Guarnaccia, il Forastera e il Piedirosso.