Costa degli Etruschi: tutto quello che c’è da sapere sulla tua prossima vacanza

Con il nome di Costa degli Etruschi si identifica un tratto di costa tirrenica della Toscana che dal Comune di Livorno arriva sino a quello di Piombino e che comprende anche alcuni comuni subito a ridosso della costa stessa come Campiglia Marittima, Suvereto, Sassetta e Collesalvetti.

Il nome deriva dalla massiccia presenza in queste zone degli Etruschi, che si stanziarono fin dal IX° secolo a.C, e dei quali si trovano ancora molte testimonianze specialmente nella zona di Populonia e Baratti. La Costa degli Etruschi è molto frequentata d’estate da turisti sia italiani che stranieri. Ecco una panoramica di quello che si può vedere in una vacanza.

I parchi archeologici

Veduta aerea del Parco Archeologico di Baratti e Populonia

Nella zona più a sud della Costa degli Etruschi si trovano i Parchi della Val di Cornia, aree di interesse naturalistico ed archeologico dei quali fanno parte sia il Parco Archeologico di Baratti e Populonia che i Parchi costieri di Rimigliano e della Sterpaia. Nel primo sono presenti molte significative testimonianze degli stanziamenti etruschi, tra i quali Populonia Alta, un vero e proprio esempio di città costiera del tempo degli Etruschi, posizionata sulla cima di una collina che domina il sottostante golfo di Baratti. Nel secondo aree boschive con lecci e pini e macchia mediterranea si alternano a dune ed arenili sabbiosi, con molte specie botaniche rare, visitabili anche attraverso percorsi ciclabili e pedonabili e con la presenza di strutture ricettive. A Populonia, dove gli Etruschi avevano le loro miniere di ferro, si trova oggi un museo molto interessante dedicato a questa civiltà con reperti di assoluto valore.

I borghi e le terme

Il Castello di Bolgheri

Tra le bellezze della Costa degli Etruschi ci sono sicuramente i suoi borghi, tra i quali ricordiamo Castagneto Carducci, Bolgheri e Campiglia Marittima. La fama del primo è indubbiamente legata al poeta che da giovane abitò in questo piccolo borgo, da lui molto amato, così come Bolgheri ed il viale dei cipressi a cui dedicò anche una poesia.

A Castagneto Carducci si possono visitare il Castello della Gherardesca, la Chiesa di San Lorenzo dove si trova un crocifisso di legno molto pregiato, e la casa del poeta oggi trasformata in museo. Il turista che percorre il viale dei cipressi vede sullo sfondo il castello dai caratteristici mattoni rossi, edificato dalla famiglia Della Gherardesca, che introduce nel borgo con le sue case in mattoni e pietra, i suoi ristoranti e trattorie tipiche e le piccole botteghe che propongono artigianato locale e prodotti enogastronomici di qualità.

Campiglia, nonostante il nome “Marittima” si trova appena nell’entroterra e si raggiunge in poco tempo dalla costa. Qui si possono fare delle interessanti passeggiate all’aria aperta nel “parco minerario dei monti della Campiglia”, quasi un museo a cielo aperto. Per chi invece vuole abbinare lo svago ad una vacanza con relax e benessere trova tutto questo presso le terme di Venturina e del Calidario, che erano già attive ai tempi degli Etruschi e sono state utilizzate anche dai romani per le acque salutari con presenza di solfati, magnesio, calcio e bicarbonato.

Le spiagge della Costa degli Etruschi

La baia di Castiglioncello

Questo tratto di costa presenta una grande varietà di spiagge, con le scogliere che si trovano appena a sud di Livorno, fino a Quercianella, e proseguono poi alternate a calette fino a Castiglioncello, centro turistico nel quale si tengono molti eventi e spettacoli nei mesi estivi.

Subito dopo, a partire da Rosignano Solvay e scendendo poi a Marina di Cecina, Marina di Castagneto, San Vincenzo e Baratti, è la volta di spiagge di sabbia bianca, nella maggior parte dei casi con pinete alle spalle.

In tutte queste località non mancano le occasioni di svago, e locali sia per pranzi e cene che per ballare. Da non perdere, nel mese di giugno di ogni anno la Notte Blu, organizzata da gran parte di queste località, con concerti all’aria aperta, eventi gastronomici e culturali. Nel capoluogo, Livorno, si possono vedere una serie di monumenti storici come la Fortezza, e chiese come il Duomo e Santa Giulia.